Scegliere hosting per buona velocità di caricamento

20 Mag 2019 - Guide, SEO


Scegliere hosting per buona velocità di caricamento

Oggi vediamo come scegliere una VPS, un server dedicato o un hosting per avere una buona velocità di caricamento, un’affidabilità maggiore e maggiore stabilità.

Buongiorno a tutti i lettori,

siamo arrivati alla 7° lezione su come creare una strategia SEO performante; vediamo perché la velocità di caricamento dell’intero sito web, è uno step che aiuta tantissimo a posizionare ogni vostra pagina web.

Come già detto nel post precedente (Ricerca – creazione e ottimizzazione di foto e delle immagini), la velocità di caricamento per un sito è tutto.

Facciamo l’esempio più classico

Immaginatevi di fare una ricerca su Google per trovare un ristorante buono nelle vicinanze e una volta trovato nei risultati di ricerca cliccate sul sito che vi salta di più all’occhio, il browser è lì che carica… carica… carica… passano secondi preziosi…cominciate a perdere la pazienza… e pensate: ma che sito del cavolo è questo, nemmeno si carica… tornate indietro a Google e ne cercate uno nuovo.

Se la pagina fosse vostra avresti perso:

  • Visite sul sito
  • Conversioni
  • Clienti

La storia

Oggigiorno, con i tempi stretti, con lo stress e tante altre variabili, la vita è diventata molto frenetica, e ci aspettiamo, sempre di più, cose immediate.

Clicco ed ho il risultato, nessuno vuole attendere più del necessario.

Sono decisamente finiti i tempi in cui le persone avevano un semplice modem 56k e per visualizzare una pagina web si impiegavano anche 15-20 secondi di tempo, per visualizzare informazioni che spesso e volentieri non esistevano nemmeno.

Ad oggi il web trabocca di info di tutti i tipi, comprese le fake news e le bufale che creano alti valori in fatto di visite.

Lo spazio web – tra server, VPS e semplici hosting

Utilizziamo solo Hosting veloci per i nostri progetti

Finita la panoramica generale, passiamo alla pratica.

Come si fà ad avere una buona velocità di caricamento del nostro sito web?

  1. non installando troppi plugin
  2. scegliendo temi wordpress adatti al contesto e non con centinaia di servizi
  3. Scegliendo un buon hosting

Plugin – Utili ma deleteri

Guida SEO - plugin: utili ma deleteri
Guida SEO – plugin: utili ma deleteri

Senza dilungarsi troppo nell’argomento, si sà che i plugin sono utili, specialmente per una persona che non conosce il codice di programmazione php jQuery Java etc, quindi vi dico: usateli con parsimonia. Ci è capitato di essere contattati da un cliente perché il suo sito web era lentissimo nonostante avesse un piano hosting buono (vedi sotto).
Controllando il suo sito WordPress dal backend, abbiamo notato che aveva la bellezza di 63 plugin, di cui una decina molto completi ma anche molto pesi.

Aveva inserito plugin per ogni cosa, anche per la più semplice come inserire un box autore (sono poche righe di codice).

Quindi, dopo questo esempio cercate di non esagerare.
Jetpack, può essere utile, ma se non indispensabile non usatelo (parere nostro).

Temi adatti alla propria esigenza

Scelta del miglior tema più adatto all'esigenza - Themeforest ha moltissime risorse
Scelta del miglior tema più adatto all’esigenza – Themeforest ha moltissime risorse

Sempre sulla scia dei plugin appena citati, anche i temi fanno la sua parte.

Abbiamo un cliente che ha un semplice hosting WordPress su Aruba, quindi non il massimo della velocità, con un tema preso da Themeforest molto carino e completo.
Vi assicuro che, alcune volte, è uno strazio lavorarci (se non si ha la fibra…)  tralasciando la velocità del sito, è proprio il backend che carica lentamente, è una lumaca.

Quindi, quando scegliete un tema, non cercate semplicemente quello che è più carino e più completo.

Se la vostra esigenza massima è quella di avere uno slider in home e delle semplici sezioni a colonne, piuttosto cercatene uno che abbia la possibilità di inserire uno slider magari senza revolution slider) e che sia basato su bootstrap.

Ne gioverete in termini di velocità generale.

Scegliere un buon hosting

Servizi online di hosting ce ne sono molteplici che possono avere le giuste caratteristiche, ma in generale vige la regola “più spendi più ottieni – se spendi meno hai il corrispettivo di quel che paghi”. Prendetela come regola fissa.

Un server ha un costo elevato, non ci piove. Se trovate “super mega iper offerte” controllate bene in rete le valutazioni del servizio prima, altrimenti avrete pagato per avere una ciofeca.
Senza entrare nello specifico, spieghiamo la differenza tra un semplice host e gli altri servizi.

Hosting: è uno spazio web (una cartella dedicata) su un server generale condiviso tra migliaia di persone, con molte limitazioni in termini di velocità, servizi e quantità di accessi

Server: è un hard disk montato su macchine che mettono a disposizione processori più o meno potenti con elevata capacità di elaborazione di calcolo in modo da poter ospitare molti progetti vetrina o un progetto ecommerce con moltissimi prodotti e moltissime visualizzazioni. Solitamente la soluzione server è condivisa con altre persone (poche) in modo da mantenere una velocità molto elevata

Server dedicato o VPS: La soluzione più veloce che esiste attualmente. È un intero server a vostra disposizione, avete accesso soltanto voi. Intera potenza di calcolo, che può ospitare molteplici progetti anche ad alto traffico. Ovviamente la potenza del processore, la quantità di ram, la dimensione dell SSD (hard disk allo stato solido e non meccanico) e la quantità di accessi sopportabili fanno la differenza.

Quale scegliere

Chiaramente dovete valutare le vostre esigenze.. se hai un semplice sito vetrina per far conoscere il tuo brand, cerca la migliore soluzione hosting che abbia la massima velocità ad un prezzo il più contenuto possibile.

Siteground è uno di questi, che nonostante abbia server dislocati in Europa ma non in Italia, offre velocità buone.

Se siete con budget veramente ridotti o non avete interesse a prestazioni con buone velocità di caricamento allora vi consiglio Aruba.

Di seguito alcuni tra i migliori hosting secondo noi e come ci segnalano i guru di SOS WP

Siteground: una sicurezza con molti servizi compresi nel prezzo

Register: Offre Varnish con i piani più avanzati ma lascia a desiderare con le email, in quanto c’è il limite di 10 invii smtp giornalieri (espandibili con circa 1€ in più al mese).

Hostgator : ha buone recensioni da altri utenti della rete.

VHosting: Il migliore secondo noi

ServerPlan: Il secondo migliore secondo noi

Keliweb: Offre un hosting WordPress a buonissime velocità

Conclusioni:

Se avete bisogno di un semplice hosting, che sia linux, windows o WordPress, le soluzioni con buona velocità e prezzo relativamente competitivo si trovano; rimaniamo su un range di prezzo che va da circa 35€ a circa 80€ annui per un buon hosting.

In caso scegliate opzioni come server, allora i prezzi si aggirano tutti con un minimo di 150-180€ in sù.

POST CORRELATI

Massimiliano Piacentini

Proprietario di 360Smartweb

Dopo vari anni passati come graphic designer e dopo molti corsi, ho seguito la mia massima passione: lo sviluppo di siti web in html, php e WordPress. Il design web è stata una semplice conseguenza di tutte le mie skills che mi permettono, seguendo le best practices, per dare una User Experience sui siti creati.