Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Come scrivere una meta description efficace

24 Ott 2019 - SEO
Come scrivere una meta description efficace

Oggi parleremo di un argomento che spesso e volentieri viene sottovalutato da molte persone, ovvero la meta description, in particolare parleremo di come scrivere una meta description efficace evitando gli errori più comuni in fase gestionale di un sito web.

Il tag meta description è sicuramente uno dei più importanti insieme al title ed è importantissimo per riuscire a catturare quanti più clienti con pochissimo testo [pensate a quanto poco testo potrete leggere sotto ogni titolo in una ricerca in Google].

Inutile dire che se non viene fatto correttamente, invece di attrarre pubblico, la description lo fa correre a gambe levate verso i nostri competitor anche se nella pagina il contenuto generato è di alto valore. Ore e ore spese a creare un testo di alto valore per essere in prima pagina, vanificato da una description fatta male..

Decisamente da evitare.

Detto questo la description deve essere creata da personale di una certa competenza tecnica (possibilmente utilizzate le competenze di un copywriter SEO ) ed esperto di scrittura persuasiva.

5 errori da evitare per avere una meta description efficace

1: Non utilizzare una buona scrittura e un bell’Italiano nella meta description

Come detto spesso in questo blog, la qualità è fondamentale. Big G. non transige, vuole contenuti di qualità, senza eccezioni.
Quindi create meta description di qualità o pagate un professionista che possa farlo al posto vostro. Una piccola spesa può valere come oro in futuro.

La description, nella SERP, deve invogliare l’utente al clic che in questo caso è l’azione ad entrare sulla pagina da voi creata.

Deve contenere frasi di senso compiuto e non una serie di keyword inserite a forza in un discorso. Utilizzare questa tecnica mostra al cliente la vostra poca bravura.

Le descrizioni devono anche essere coerenti con il testo che contiene la vostra pagina, quindi se nella pagina si spiega come si fa una cioccolata calda, anche nella description si dovrà parlare di cioccolata calda.

Soprattutto, utilizzate un testo discorsivo, naturale e non forzato.

2- Non utilizzare la keyword principale

É importantissimo che la descrizione contenga al suo interno la keyword principale della pagina e se possibile anche sinonimi.
La keyword scelta deve essere coerente con il testo al suo interno e con il tag title .

3- Creare meta description duplicate (da altre pagine)

Essendo delle brevi descrizioni delle pagine singole, i tag meta description, possiamo considerarli dei mini riassunti di ciò di cui parla la pagina, quindi ognuna deve essere differente dall’altra.

Creare description identiche su più pagine equivale ad uniformare tutte le pagine in una sola frase, di conseguenza il motore di ricerca verrà “ingannato”.

Google, come anche Bing, yahoo etc si accorgono di queste descrizioni duplicate e penalizzano il posizionamento di tutte quante le pagine del sito, iniziando prima da quelle incriminate passando poi anche a quelle corrette (se iniziano a penalizzare le pagine singole, tutto il dominio verrà penalizzato di conseguenza).

Quindi creare meta description con contenuti duplicati, è assolutamente da evitare. Spendete un po’ del vostro tempo e migliorate la situazione.

Se proprio non sapete cosa scrivere e non volete pagare qualcuno che lo faccia al posto vostro, lasciate vuoto il campo; sarà un procedimento più lungo ma Google assegnerà un estratto della pagina più in linea all’argomento.

4- Mettersi a contare le parole e forzare le frasi.

Da poco tempo Google ha modificato la “regola” sulla lunghezza del tag meta description, rendendo possibile arrivare addirittura fino a 1840px (ebbene si, il conteggio per la description avviene in pixel e non in caratteri in quanto lo spazio assegnato è ben definito e il carattere “i” è molto più piccolo di “R” anche se generalizziamo con il conteggio caratteri).

Quindi, non stressatevi la vita cercando di forzare frasi troppo corte che non hanno un testo naturale e scorrevole, aggiungete qualche parola in più e mantenete una buona scrittura.

5- Descrizioni poco chiare

Riassumendo un po’ tutto quello che abbiamo detto fino al momento, si può dire che è obbligo evitare descrizioni poco chiare. Siate il più chiari possibili, usando discorsi naturali, diretti verso la clientela che espongano in modo chiaro il contenuto della pagina.

Aiuterete il cliente finale e ogni motore di ricerca che vi indicizzi e cerchi di posizionarvi.

Conclusioni

Come già detto ad inizio articolo, se non siete in grado di realizzare voi stessi una meta description ad hoc e persuasiva, prendete un professionista e pagatelo per farlo al posto vostro. Non ha alcun senso spendere tempo e denaro per creare dei contenuti validi all’interno della pagina e vanificare tutto per un meta tag description fatto male.

I nostri esperti sono disponibili ad un preventivo senza impegno nel caso aveste bisogno, basta cliccare sul tasto sottostante.


POST CORRELATI



Massimiliano Piacentini
  • Autore
  • Copywriter
Sono il titolare della web agency "360 Smart Web"
Mi occupo da vari anni di web design, posizionamento nei motori di ricerca, creo siti web in Word Press, Muse, Joomla utilizzando le caratteristiche avanzate di linguaggi dedicati come l'HTML, il PHP, il Java, Bootstrap. Mi occupo inoltre, di copywriting per pubblicità e post blog/social.

Su questo sito web utilizziamo soltanto cookies per monitorare gli accessi (solo conteggio) e per personalizzare l’esperienza utente, tramite offerte personalizzate. Abilintando i cookies, ci permetterai di farti vivere un’esperienza migliore su questo sito . Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.